Terroristic russia is bombing Ukraine now.
Please, go and ask your governments to stop them.
Ask to switch them off SWIFT, payments, exports, EVERYTHING!
Help Ukraine financially:
Bank of Ukraine

Francesco De Gregori "Bene" Liedtext

Übersetzung nach: EN

Bene, se mi dici che ci trovi anche dei fiori in questa storia
sono tuoi
ma è inutile cercarmi sotto il tavolo
ormai non ci sto più
Ho preso qualche treno, qualche nave,
qualche sogno, qualche tempo fa

Ricordi che giocavo coi tuoi occhi nella stanza
e ti chiamavo mia,
e inoltre la coperta all'uncinetto,
c'era il soffio della tua pazzia
e allora la tua faccia vietnamita ricordava tutto quel che ho

E adesso puoi richiuderti nel bagno
a commentare le mie poesie
però stai attenta a tendermi la mano
perché il braccio non lo voglio più
mia madre è sempre lì che si nasconde dietro i muri
e non si trova mai
e i fiori nella vasca sono tutto quel che resta
e quel che manca, tutto quel che hai
e puoi chiamarmi ancora amore mio

E qualche volta aspettami sul ponte, i miei amici sono tutti là
con lunghe sciarpe nere ed occhi chiari,
hanno scelto la semplicità
se Luigi si sporge verso l'acqua sono solo fatti suoi

E ancora mille volte mille anni
ci scommetto mi ringrazierai
per quel sorriso ladro e per i giochi
i mille giochi che sapevi già
e ancora mi dirai che non vuoi essere cambiata
che ti piaci come sei

Però non mi confondere con niente e con nessuno,
e vedrai niente e nessuno ti confonderà
soltanto l'innocenza nei miei occhi, c'è nè già meno di ieri
ma che male c'è
le navi di Pierino erano carta di giornale,
eppure guarda, sono andate via
magari dove tu volevi andare ed io non ti ho portato mai
e puoi chiamarmi ancora amore mio

Well, if you tell me you can also find some flowers in the story
They're yours
But it's no use looking for me under the table
I'm not there anymore
I took some train, some ship,
Some dream, some time ago

Do you remember I used to play with your eyes in the room
and I called you mine
And besides the crocheted blanket
there was the breath of your madness
And then your Vietnamese face seemed to be everything I had

And now you can lock yourself in the bathroom again
To comment on my poems
But be careful when you reach for me with your hand
Because I won't ask for my arm back
My mother's always there, hiding behind walls
Never to be found
And the flowers in the bathtub are all that's left
And all that's missing, all you've got
And you can still call me "my love"

And sometimes wait for me on the bridge, all my friends are there
With long black scarves and light eyes,
They chose simplicity
If Luigi leans towards the water it's his own problem

And still a thousand times, for a thousand years
I bet you'll thank me
For that thieving smile and for the games
the many games you already knew
And still you'll tell me you don't want to be changed
That you like yourself the way you are

But don't confuse me with anything and anyone
And you'll see nothing and no one will confuse you
Only the innocence in my eyes, there's already less than yesterday in them, but that is not that bad
Pierino's ships were made of newspapers
But look, they went away
Perhaps where you wanted to go and I never took you
And you can still call me "my love"